Teolo

Villa Emo Calegaro a Bresseo

  1. Home
  2. /
  3. Ville e dimore antiche
  4. /
  5. Villa Emo Calegaro a Bresseo
L'ottocentesca Villa Emo Calegaro a Bresseo di Teolo, già appartenuta ai conti Emo Capodilista, sorge nei pressi dell'Abbazia di Praglia. Read More
Villa Emo Calegaro Bresseo Teolo

La Villa Emo Calegaro, a Bresseo di Teolo, come risulta dai cataloghi dell’Istituto Regionale per le Ville Venete, era in origine proprietà della famiglia dei conti Comello, poi passò ai Cavalli, ai Treves e divenne infine di proprietà della famiglia Calegaro nel 1964, divenendo la sede dell’attività di famiglia. La villa, di origine settecentesca, subì numerosi rimaneggiamenti e in particolare nel corso dell’Ottocento ma l’aspetto esterno è comunque rimasto di stile settecentesco: il piano terra è caratterizzato dalla sequenza di archi su pilastri, che simulano un loggiato mentre il primo e il secondo piano presentano una serie di finestre rettangolari architravate con al centro una serliana con archivolto al centro e specchiature rettangolari poste sopra l’architrave delle finestre laterali. La portafinestra centrale è affacciata su un terrazzino in pietra con colonnine, poggiato su pesanti mensole. Al secondo piano, in corrispondenza della serliana, si trova la trifora archivoltata con balcone a colonnine con mensole in corrispondenza della fascia marcapiano. Balconi a colonnine su mensole si trovano anche nelle ali laterali, dove si alternano due finestre rettangolari architravate a portefinestre balconate. Il corpo centrale spicca per la sopraelevazione, rispetto alle ali laterali, di un intero piano; è illuminato al centro da una trifora archivoltata aperta su un balcone, fiancheggiata da tre finestre architravate ravvicinate ai lati. Sopra la cornice di gronda, la partizione centrale è decorata da un timpano triangolare sormontato da tre vasi acroteriali in pietra ai vertici, elemento che dà completezza la facciata e slancio al prospetto, che è così riconoscibile anche a grandi distanze. La torretta con orologio, posta sopra la copertura, caratterizza la villa e permette una visione panoramica dello splendido giardino abbellito da statue. Dopo un primo restauro attuato al momento dell’acquisito, nel 1965, nel 2016 la famiglia Calegaro decide di restaurare la Villa per riportare alla luce l’eleganza e la raffinatezza dello splendido salone principale e delle ali laterali. Restaurando le antiche vetrine si sono aperte delle grandi finestre che si affacciano sul suggestivo paesaggio dei Colli Euganei. Si è quindi intervenuto sul portico laterale che conduce alle cantine sotterranee, riportando alla luce gli ambienti dove si lavorava il vino e il soffitto con volte in mattoni a crociera. Il pavimento è stato ricostruito recuperando le antiche tavole che sorreggevano le botti.

Era il 1921 quando Luigi Calegaro aprì il negozio omonimo di Via del Santo a Padova: grazie alla passione coniugata a determinazione, creatività e stile, quel piccolo laboratorio crebbe e le radici artigianali evolsero verso una visione industriale. Così, in previsione di ingrandire la produzione, nel 1968 la Famiglia Calegaro acquista una villa ottocentesca a Praglia: la nuova sede occupa un’area di 40 mila metri quadrati e una superficie coperta di 12 mila.
Con lo spostamento nella nuova sede, dagli anni ‘70 l’azienda passa nelle mani del figlio del fondatore, Francesco Calegaro: l’introduzione di moderne tecnologie e macchinari adatti alle lavorazioni più sofisticate permettono all’impresa di cresce fino ad arrivare agli anni 80 in cui Calegaro avvia le prime collaborazioni con importanti brand del settore del lusso e della gioielleria.
Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione, continua la sua produzione di manufatti artigianali: argenteria di lusso composta da posateria, oggettistica e gioielleria di design che hanno contribuito all’evoluzione e alla diffusione dello stile italiano nel mondo. Anche i progetti continuano: nel 2013 infatti l’azienda inaugura il secondo punto vendita monomarca nella capitale iraniana di Tehran e, nel 2016, Calegaro disegna la sua prima collezione di arredamenti d’interni realizzati con materiali nobili come l’ebano e l’argento sterling.
Nel 2021 Calegaro celebra un secolo di storia con due nuovi progetti: il lancio della nuova Collezione Centenario caratterizzata da anelli realizzati nei tre colori dell’oro disponibili nel modello “Fedina” ed “Eternity” e l’apertura al pubblico del museo aziendale “1921 Spazio Calegaro 2021”.
1921 Spazio Calegaro 2021 non è solo un Museo dedicato all’argento ma un viaggio all’interno della tradizione dove poter dimostrare come il fatto a mano possa ancora stupire il visitatore.
Un luogo dove poter scoprire oggetti dalle forme, dallo stile e dal design differenti ma capaci di generare meraviglia nell’osservatore.

Info
Via Euganea 2, Bresseo di Teolo (PD)
Tel +39 049 9900124 ext. 250
Fax +39 049 9901882
[email protected]
www.calegaro.it

Articoli Correlati

  • Villa Rosa è una delle residenze signorili più raffinate della zona, sorge nell'amena località di…

  • A Bresseo sorge la splendida Villa Cavalli, costruita nel secolo XVII dalla famiglia patrizia Cavalli…

  • Sede del potere amministrativo in epoca veneziana, oggi accoglie il Museo di Arte contemporanea.

  • Il complesso di Villa Vergani a Bresseo di Teolo, immerso in un ampio giardino, è…