Museo Missionario Francescano a Monselice

Monselice

Museo Missionario Francescano a Monselice

Il Museo Missionario Francescano a Monselice ha sede nell’antico monastero di San Giacomo (1162), e fin dal 1992 raccoglie in un ampio salone (l’ex refettorio del convento dei frati) i reperti di alto valore etnografico, storico, artistico e religioso, portati in Italia da tutte le missioni francescane venete sparse nel mondo e un tempo custoditi nei vari conventi del Veneto. Considerata la mole e la rarità della documentazione, molti sono i reperti che arrivano dalla Cina, senza dimenticare l’importanza delle altre missioni, campo di apostolato, talora di martirio, di tanti frati veneti. La civiltà cinese è quindi ben rappresentata, nelle sue varie epoche, anche anteriori dell’era cristiana da arazzi, vestiario, monete, bronzi, maioliche, giade, legni. Alla raccolta numismatica cinese seguono reperti giapponesi, africani, centroamericani, filippini, albanesi, indiani e palestinesi.

Ma perché il Museo Missionario Francescano di Monselice “racconta” soprattutto la cultura cinese? San Francesco fu il primo fondatore di ordini religiosi ad accogliere nella sua regola la dimensione missionaria. Nel XIII secolo cinque frati francescani con il loro viaggio sull’Estremo Oriente aprirono uno spiraglio sul misterioso e talora minaccioso mondo dei Mongoli e della Cina. E da allora la Cina rimarrà nel cuore dei francescani e dei frati veneti in particolare con le loro tre missioni: Hankow, Sanyuan, Mosimien.  Gli oggetti esposti nel museo missionario francescano di Monselice fanno rivivere al visitatore l’affascinante avventura geografica che ha spinto migliaia di frati a evangelizzare i popoli dagli occhi a a mandorla ma non solo.

Info
Via San Giacomo 17, Monselice (PD)
Tel +39 0429 72156
Fax +39 0429 782242

  Article added to favorites