Villa Todeschini a Noventa Padovana

Noventa Padovana

Villa Todeschini a Noventa Padovana

Villa Todeschini a Noventa Padovana è un’elegante costruzione del ‘600 appartenuta ai Marcello, poi ai Toniolo (1732), e dal 1786 ai Todeschini, notai veneziani. La villa presenta una facciata nello stile più diffuso nella Riviera del Brenta: perfettamente simmetrica e sviluppata su tre piani, caratterizzata dal timpano centrale sorretto da 4 lesene, dal ballatoio a sbalzo, da ampie finestre nei primi due piani e da finestrini ovali all’ultimo. La disposizione della pianta è quella tipica della villa veneta: ha un salone centrale rettangolare dal quale si accede alle stanze disposte simmetricamente lungo i lati maggiori. I pavimenti sono in terrazzo veneziano o seminato di marmo, i solai sono in legno originale e la scala che porta al piano nobile è stata realizzata con pietra tenera, che negli anni è stata consumata dal passaggio di molte persone. Sia nel piano terra che nel piano nobile si possono ammirare stucchi veneziani e quadri realizzati da artisti anonimi del 1700. Nel salone del piano terra si possono osservare quattro quadri che raffigurano delle vedute di Roma dell’epoca. In una delle porte centrali del piano terra si trova lo stemma della famiglia “Todeschini” (attuali proprietari), che è collocato sopra il timpano della porta, affiancato da due putti finemente scolpiti. Da una delle porte laterali si accede infine alla cucina originale della villa che conserva il caminetto, il lavello in marmo e gli antichi utensili. A sinistra di  Villa Todeschini la chiesetta dedicata alla Vergine del Rosario, costruita posteriormente, forse nei primi anni del 1800. L’esterno è occupato dal giardino che circonda la casa con alberi secolari e con siepi di bosso. Ad un lato il “selese” cioè il selciato dove si stendevano le granaglie e, vicino, il vecchio pozzo.

  Article added to favorites