Villa Rosa a Tramonte

Teolo

Villa Rosa Tramonte

Villa Rosa o Braga delle Rose, una delle residenze signorili più raffinate della zona, sorge nell’amena località di Tramonte nel Comune di Teolo, sull’unghia collinare del gruppo Sengiari-Lonzina. L’edificio appartenuto ai Camposampiero e passato alla famiglia Rosa nel XVII secolo, fu rifatto all’inizio del Settecento su una preesistenza cinquecentesca: i resti di una torre di guardia successivamente usata come colombara. Il proprietario, Francesco Rosa era un ricco commerciante con il titolo nobiliare veneziano che sposò Gabriella Carla Patin, figlia di un famoso medico parigino che insegnava presso l’Università di Padova.

Il complesso di Villa Rosa è formato dalla villa padronale, la foresteria, le scuderie, l’abitazione del custode, il porticato, la cantina e la chiesetta. La facciata è caratterizzata nella parte centrale da triplici aperture, che variano per forma e dimensione sui tre piani delle villa, creando un ritmo architettonico armonioso ed elegante. All’interno le sale sono decorate con affreschi che risalgono all’inizio del Settecento e anche nell’adiacente Oratorio di famiglia sono stati realizzati delicati dipinti con soggetti sacri frammisti a decorazioni fitomorfe: teste di cherubini e busti di santi si alternano con lo stemma di famiglia (una rosa rossa in campo d’oro). La villa è attorniata da un curatissimo parco impreziosito da statue di pregio e recintato da alcuni dei più bei cancelli in ferro battuto fra tutte le ville venete, con elaborati ricami e ricercate volute fin sopra le cimase.

  Article added to favorites