Villa Callegari ad Arquà Petrarca

Arquà Petrarca

Villa Callegari ad Arquà Petrarca

Villa Callegari si trova nel cuore del borgo alto di Arquà Petrarca. La si può scorgere oltrepassando gli archi della Loggia dei Vicari, accanto all’Oratorio della S.S. Trinità, affacciata su un bel cortile con vista panoramica sulla valle sottostante. La villa prende il nome da un suo illustre abitante, Adolfo Callegari (1882-1948), appassionato studioso dei Colli Euganei, custode della vicina Casa del Petrarca e per 27 anni direttore del Museo Nazionale Atestino. L’edificio presenta un impianto tardocinquecentesco, che è stato innalzato sui resti di una precedente costruzione medievale che, secondo una tradizione priva di riscontri storici, nel ‘300 doveva essere stata la residenza del medico Jacopo d’Arquà. Il palazzo gentilizio dalla struttura semplice ed elegante, è decorato al piano terra da un elegante portale e al piano nobile da cinque finestre con al centro un piccolo poggiolo in pietra. Secondo alcune fonti non confermate da documenti ufficiali, la villa sarebbe stata ristrutturata nella prima metà del Seicento dal famoso architetto veneziano Baldassare Longhena (1598-1682). La posizione estremamente favorevole sul bordo di un poggio rivolto verso sud, consente di godere dalle stanze e dal cortile di Villa Callegari di una magnifica vista sui colli Cero e Castello. Sul retro si trova un altro piccolo giardinetto e l’ingresso alla proprietà è contraddistinto da un pregevole cancello in ferro battuto.

  Article added to favorites