Villa Ca’ Sagredo a Conselve

Conselve

Villa Ca' Sagredo a Conselve

Villa Ca’ Sagredo Toderini, nata con l’intento di ricreare una piccola reggia di Versailles immersa nella campagna veneta, venne iniziata nel 1660 da Giovanni Sagredo, Cavaliere e procuratore di S.Marco, Ambasciatore della Veneta Repubblica presso le principali Corti d’Europa, Podestà di Padova con estesa giurisdizione anche sul territorio circostante. A dimostrazione della sua intelligente e attiva opera compiuta presso la Corte di Francia, il Re Sole Luigi XIV concesse lo speciale privilegio dell’apposizione dei tre Gigli sulla fascia di rosso in campo d’oro dell’antica Arma Sagreda. La villa non venne realizzata nella totalità del suo iniziale fastoso progetto quando da Giovanni passò al figlio Piero Sagredo. Saccheggiata dalle truppe francesi sul finire del ‘700, fu restaurata nell’800 dagli eredi Balzan e passò quindi agli eredi Conti Toderini Dei Gagliardis Dalla Volta, ai quali appartiene ancora.

Villa Ca’ Sagredo con i suoi tre ettari di parco è una tipica costruzione del secolo XVII a piano rialzato modulata in longitudine su richiamo toscano, sormontata da motivi decorativi e statue in pietra di ispirazione classica rappresentanti figure mitologiche: la musica, la poesia, l’agricoltura, la ricchezza, la carità, la fama e l’abbondanza. La facciata è pilastrata con grande attico centrale triangolare, finestre a tutto sesto, lucernai ottagonali ed altre rifiniture pregevoli. Gli interni sono altrettanto interessanti, conservando ammirevoli stucchi originali settecenteschi che identificano quattro sale: quella dei Vasi, dello Scudo con imponente camino in stile barocco portante l’arma dei Sagredo (una fascia rossa caricata di tre gigli d’oro), delle Colonne e la sala del Liocorno uno dei simboli di casa Sagredo.

  Article added to favorites