Chiesa di Santa Maria dei Servi a Padova

Padova

Chiesa di Santa Maria dei Servi a Padova

La Chiesa di Santa Maria dei Servi a Padova (o Chiesa della Natività della Beata Vergine Maria ai Servi) fu eretta nel 1372 nello spazio precedentemente occupato dalla residenza di Nicolò da Carrara (distrutta quale atto di punizione per le colpe commesse dal suo ribelle proprietario che aveva difeso la città da Cangrande); promotori dell’edificio sacro furono Francesco da Carrara e la moglie Fina Buzzaccarini. Nel 1378 Fina morì e lasciò alla sorella Anna -badessa del Convento di San Benedetto- il compito di portare a termine la costruzione della chiesa che, nel 1393, fu affidata da Francesco Novello -il figlio di Fina- all’Ordine dei Servi di Maria. Alla chiesa, in stile romanico con influenze gotiche (chiesa di predicazione a navata unica che include la torre campanaria nel corpo di fabbrica), fu fin da subito annesso il convento dei Servi di Maria sul lato ovest (che ospitò tra gli altri Paolo Sarpi). All’inizio del ‘500 venne da ultimo eretto il porticato sul lato est, utilizzando dieci colonne ottagonali provenienti dalla primitiva Arca di Sant’Antonio, secondo il volere del benefattore Bartolomeo Campolongo.

All’interno della Chiesa di Santa Maria dei Servi a Padova opere d’arte insigni di Rinaldino di Francia, Giovanni Bonazza, Jacopo Parisati da Montagnana, Alessandro Maganza, Girolamo del Santo e Matteo Ghidoni. Nell’altare della cappella laterale sinistra l’opera forse più importante: il Crocifisso ligneo di Donatello. Un crocifisso in pioppo di quasi due metri recentemente restaurato e ricordato per il miracolo avvenuto durante la settimana santa del 1512 quando trasudò sangue dal volto e dalla parte sinistra del petto.

Info
Vicolo dei Servi 2, Padova
Tel +39 049 8750781
Fax +39 049 8750781
servi@diocesipadova.it

  Article added to favorites