Chiesa di San Bartolomeo Apostolo ad Abano Terme

Monterosso

Chiesa di San Bartolomeo Apostolo ad Abano Terme

La Chiesa di San Bartolomeo Apostolo ad Abano Terme, del XII secolo d.C., è dedicata al patrono della piccola frazione di Monterosso (martirizzato in Siria o in Armenia dopo aver diffuso il vangelo in quei paesi e la cui festa liturgica si celebra il 24 agosto), grazioso borgo ai piedi dei Colli Euganei. Inizialmente, attorno alla seconda metà del XI secolo, la chiesetta era una cappella della principale pieve dedicata a San Lorenzo, oggi Duomo della città di Abano Terme. Assieme a quella di Tencarola, anch’essa dedicata all’Apostolo Bartolomeo, rappresenta uno dei luoghi di culto più antichi della zona, risalente agli albori del cristianesimo padovano. Solo dal 1585 la Chiesa di Monterosso fu sicuramente autonoma da quella di Abano, dal momento che proprio a quell’anno risalgono i primi registri parrocchiali dei battesimi e dei matrimoni. Allora la chiesa aveva un solo altare dedicato a San Bartolomeo. Intorno al 1676 la chiesa fu ristrutturata e restaurata, tanto che il Vescovo San Gregorio Barbarigo la trovò in buono stato: è di qualche anno più tardi (1691) la costruzione di un altare dedicato alla Beata Vergine del Rosario, mentre qualche anno dopo fu edificato il campanile, dotato di due campane; le due campane furono rifuse dalla storica fonderia Daciano Colbachini di Padova nel 1823, l’orologio risale invece al 1826. Nel 1738 la chiesa è stata nuovamente ristrutturate ed è stato consacrato il terzo altare, dedicato al Santissimo Crocefisso e qualche anno dopo a Sant’Antonio da Padova. L’immagine fu donata dal Pietro Riva di Venezia e fu posta sull’altare nel 1818. L’attuale assetto dei due altari laterali risale alla fine dell’Ottocento.

La facciata della Chiesa di San Bartolomeo Apostolo ad Abano Terme, in stile neo-gotico, è del XX secolo, su disegno dell’Ingegnere Camillo Vezani. Nel 1908 fu ampliato anche il presbiterio su disegno di Giovanni Tomasatti, grazie alla munificenza del Conte Leonardo Emo Capodilista. All’inizio degli anni ’50 fu invece eliminato il cimitero, comunicante con il sacro edificio, al fine di costruire la canonica ed ampliare la piazza antistante. Dal 1923 si ha notizia della presenza di un dipinto seicentesco l’Ecce Hono di anonimo autore veneto, un’opere di buona fattura, probabilmente donata alla chiesa dalla famiglia Gioppi proprietaria della villa situata ai piedi del colle e conosciuta come “Bembiana”. Di grande pregio artistico le formelle bronzee della Via Crucis, opera di Gian Carlo Frison, di Selve di Praglia, fuse nel 2003. Recentemente restaurata (2001-2002), oggi la Chiesa di San Bartolomeo Apostolo a Monterosso costituisce un piccolo ma prezioso gioiello da scoprire.

Info
Piazza San Bartolomeo 3, Monterosso, Abano Terme (PD)
Tel +39 049 812446
Fax +39 049 812446

  Article added to favorites