Le Terme sono una cura naturale contro il dolore.

Dolore Cronico

Le Terme sono una cura naturale contro il dolore cronico. Scopri perchè... Read More
Dolore Cronico Abano Montegrotto Terme

Il dolore è un segnale di avvertimento importante che il nostro cervello riceve dalla periferia o da organi interni e che serve per indicare una condizione di pericolo o potenzialmente dannosa per l’organismo.

Diviso in due grandi categorie, si può parlare di:
Dolore utile: il segnale fondamentale per la conservazione del singolo e della specie;
Dolore inutile: quello che accompagna molte malattie, come ad esempio i tumori, e che non ha una finalità, ma è solo un sintomo che deve essere combattuto.

Le origini del dolore:
Dolore somatico e viscerale;
Dolore neuropatico, quello che si origina dal nervo stesso, per una specie di cortocircuito, come quando un filo elettrico perde la sua guaina isolante.

Il trattamento del dolore cronico è certamente una delle terapie più complesse. In realtà, è influenzato dalle caratteristiche individuali del soggetto a cui, in ogni caso, spetta la decisione finale sull’uso dei farmaci antidolorifici. Se quindi si decide di farsi prescrivere e, quindi, di assumere un antidolorifico è opportuno assumerlo alla comparsa del dolore. Infatti, il trascorrere del tempo può influenzare l’efficacia del farmaco costringendoci ad aumentare la dose. Un altro problema che si pone spesso è proprio quello delle dosi. A volte il paziente è tentato ad assumere mezza dose del farmaco, ma non bisogna dimenticare che questa potrebbe non essere efficace. Se l’atto è motivato dalla ricerca della dose minima efficace è uno sforzo che può essere fatto, ma non dimenticate che si tratta di un esperimento e potrebbe non portare i risultati sperati.

Nella maggior parte dei dolori cronici, alla base dei sintomi vi è una infiammazione. Questo è il caso, per esempio, dei dolori articolari e reumatici, che provengono dalle terminazioni nervose che abbondano nella cartilagine che riveste le superfici a contatto delle articolazioni. Quando queste terminazioni percepiscono un’infiammazione circostante, inviano il proprio segnale di dolore che a volte può degenerare in un dolore neuropatico cronico. Una prima azione delle cure termali è un’azione anti-infiammatoria, come chiaramente dimostrato da numerosi lavori scientifici in acqua e fanghi degli stabilimenti di Abano e Montegrotto, che ha come riflesso indiretto la diminuzione del dolore. Vi è quindi una componente interna del nostro corpo, le cosiddette endorfine, che rappresenta un vero e proprio analgesico naturale. La loro produzione (e i loro effetti) sembra essere rafforzata dall’azione delle sostanze contenute nei fanghi e nell’acqua di Abano e Montegrotto. Queste endorfine, sino ad oggi considerate esclusivamente molecole antistress, potrebbero avere una significativa azione antidolorifica in aggiunta alla azione anti-infiammatoria. Infine, lo sfruttamento della idrokinesiterapia nelle acque termali di queste zone, attraverso un processo di riabilitazione dei muscoli, aiuta a ridurre il dolore dovuto, ad esempio, alla fibromialgia. Un ultimo fatto, molto confortante, è quello che riguarda il mantenimento del benessere anche dopo il termine del ciclo di cura, tanto più a lungo quando si rispetta la durata dei quindici giorni di soggiorno termale.

Articoli Correlati