FAQ

Disturbi Cardiocircolatori

No, i fanghi non sono controindicati, a meno che la psoriasi non sia in fase florida infiammatoria. Per quello che riguarda la F.a., ovviamente durante i fanghi dovrà proseguire la terapia.
Dr. Carlo Gargiulo

Certamente. L’idroterapia oltre a non essere controindicata è indicata per il suo effetto antinfiammatorio e quindi per i postumi dell’intervento alla safena.
Dr. Carlo Gargiulo

Non ci sono controindicazioni, prosegua pure la terapia anticoagulante e venga ad Abano o a Montegrotto a praticare fanghi e bagni termali.
Dr. Carlo Gargiulo

Per la sua patologia specifica la balneoterapia non trova una indicazione, mi dispiace. Occorre però dire che se ci fosse una indicazione alle cure per patologie reumatiche, le sue patologie non sarebbero una controindicazione.
Dr. Carlo Gargiulo

Se ha un by pass, può fare le cure.
Dr. Carlo Gargiulo

Credo che l’angioplastica e gli stent siano stati applicati alle coronarie (lei non lo specifica). In questo caso se i risultati del test da sforzo e della visita cardiologica sono soddisfacenti, proceda tranquillamente alla fangoterapia, magari riducendo il tempo per i primi giorni. In ogni caso il medico dello stabilimento termale dove ha prenotato la visiterà e le fornirà ogni ulteriore delucidazione al riguardo.
Dr. Carlo Gargiulo

Una fibrillazione ben controllata non è una controindicazione alla fangoterapia. Eventualmente allunghi leggermente il periodo e faccia intervalli ogni tre-quattro sedute.
Dr. Carlo Gargiulo

Ernie e Protusioni

L’ozonoterapia non ha moltissime prove della sua validità e quindi non mi sento di consigliarla a nessuno, almeno in prima battuta. Nel suo caso, visto la mancata risposta ai trattamenti che ha eseguito, non mi sento di sconsigliarla. Le raccomando solo di valutare attentamente la serietà del centro o dello specialista cui si rivolge. Lei non parla di elettromiografia. L’ha effettuata? Non parla neppure di terapie antidolorifiche, quali ha praticato? In ogni caso, rivolgersi ad un centro per la terapia del dolore può essere molto utile.
Dr. Carlo Gargiulo

Ha effettuato l’elettromiografia? O la fisiokinesiterapia, altra terapia che potrebbe restituirle benessere? Inoltre, l’uso degli antinfiammatori non è particolarmente indicato in presenza di dolore che non sia di origine infiammatoria. Dovrebbe provare, ovviamente dietro consiglio del suo medico, con gli antidolorifici puri (dal paracetamolo al tramadolo, ad esempio). Poi cicli di fisiokinesiterapia e, una volta l’anno, fanghi e bagni termali (12+12).
Dr. Carlo Gargiulo

Guarire, visto che si tratta di protrusioni e non di ernie che possono essere operate, non è possibile. Tuttavia una manipolazione accorta (io preferisco il fisioterapista all’osteopata) può diminuire il dolore e l’impaccio funzionale. L’epidìcondilite potrebbe essere la conseguenza del lavoro che svolge ed una buona fisioterapia associata a farmaci antinfiammatori quando necessari, potrebbe essere molto utile. In questo senso, sia per il gomito che per la colonna, i fanghi ed i bagni termali sono indicati ed efficaci.
Dr. Carlo Gargiulo

In questo caso i fanghi sono indicati per migliorare la sintomatologia; ma non sono curativi.
Dr. Carlo Gargiulo

L’ernia del disco non è una patologia infiammatoria come le altre da lei citate, ma è una patologia che provoca infiammazione e quindi dolore ed impaccio funzionale. Pur trovando una indicazione per migliorare il sintomo, tuttavia le cure termali (fangobalneoterapia) non possono risolvere il problema. Se ancora non l’ha fatta, esegua una elettromiografia per valutare l’eventuale danno al nervo e decidere, di conseguenza, se praticare un intervento chirurgico. Per quello che riguarda le altre sindromi, non mi sembra ci sia un legame unico, ma il ricorso ad una visita specialistica reumatologica potrebbe dirimere ogni dubbio.
Dr. Carlo Gargiulo

Mal di Schiena e Dolori Articolari

Non appena risolti problemi cardiorespiratori, conseguenti ai versamenti, e se non è in fase acuta, procederei ad effettuare un ciclo di 12 bagni, proseguendo con idrokinesiterapia anche quando rientra a casa. Nel caso specifico, eviterei il fango ad immersione totale.
Dr. Carlo Gargiulo

Per quello che riguarda le cure termali, un ciclo di 12 fanghi e 12 bagni in ambiente termale con acque ad elevato potere antinfiammatorio, come Abano e Montegrotto ad esempio, trova indicazione anche nella sua artrite psoriasica.
Dr. Carlo Gargiulo

Un controllo dal medico per essere sicuri che non ci siano controindicazioni e poi una terapia al cortisone credo sia molto utile. Dopo esegua gli accertamenti per escludere un’ernia del disco e prevedete cicli di fisiokinesiterapia nell’arco dell’anno e, perché no, un soggiorno termale almeno una volta l’anno.
Dr. Carlo Gargiulo

I fanghi l’aiuteranno sicuramente a ridurre i dolori alla schiena. Prosegua poi a casa con cicli di fisiokinesiterapia periodica.
Dr. Carlo Gargiulo

La cura è corretta, tuttavia bisognerebbe sapere cosa ha determinato la sciatica (Artrosi? Scoliosi? Ernia discale?) e cercare di fare anche una terapia che rimuova, se possibile la causa. Un movimento leggero senza sforzi è assolutamente consigliabile per mantenere l’articolazione elastica. Consulti anche un fisiatra per cicli di fisioterapia e, se il problema si ripresenta con una certa frquenza o se l’origine è artrosica, pensate anche ad un ciclo di cure balneotermali (fanghi + bagni) almeno una volta l’anno.
Dr. Carlo Gargiulo

Per prima cosa occorre fare una diagnosi della causa del mal di schiena, quindi potremo pensare ad una cura fisioterapica o anche la fango-balneoterapia.
Dr. Carlo Gargiulo

Sarebbe interessante sapere che tipo di intervento alle ginocchia ha subito per comprendere meglio l’efficacia delle cure. Per quello che riguarda sua moglie le cure termali (fanghi + bagni) sono sicuramente indicate ed efficaci per ridurre l’assunzione di medicinali. Ciò anche in considerazione della vostra giovane età. Consiglierei anche di praticare una ginnastica posturale e dei cicli di fkterapia.
Dr. Carlo Gargiulo

Malattie Respiratorie

Le inalazioni per la sinusite sono sicuramente indicate. Se però c’è una poliposi è necessario prima rimuovere i polipi o trattarli con una lunga terapia al cortisone.
Dr. Carlo Gargiulo

Le cure termali (inalazioni ed aerosol) possono contribuire a migliorare la funzione respiratoria, facilitando l’espulsione delle secrezioni. Purtroppo per quello che riguarda l’evoluzione della malattia non possiamo sperare altrettanto.
Dr. Carlo Gargiulo

La terapia consigliata dalla pediatra è corretta e, probabilmente, le cure inalatorie non potrebbero al momento sortire migliore effetto. Forse, se la situazione non migliora, potrebbe essere utile consultare un allergologo pediatra per cercare la causa di questi broncospasmi ed iniziare, eventualmente, una terapia desensibilizzante specifica (vaccino).
Dr. Carlo Gargiulo

Una bpco, indipendentemente dalle cause che l’hanno determinata o che l’aggravano, deve essere trattata costantemente con broncodilatatori e cortisonici, sia per inalazione che, quando occorre, per via generale. Nei momenti in cui riacutizza bisogna aggiungere un antibiotico adeguato. Se già fa tutto questo e la tosse persiste, può ricorrere ad un calmante per la tosse che le consente di avere un po’ di tregua dai fastidiosi accessi di tosse. Infine, considerando la molteplicità dei problemi, artroreumatici e respiratori, le consiglierei un soggiorno termale per praticare sia una fangobalneoterapia, che una terapia inalatoria nei quindici giorni di soggiorno.
Dr. Carlo Gargiulo

Ovviamente suo padre, avendo una bronchite cronica, è soggetto a riacutizzazioni che però mi sembrano un po’ troppo frequenti. Non credo sia necessario, ma vorrei ricordarle di eseguire sempre la vaccinazione antinfluenzale e ogni 5 anni la vaccinazione antipneumococcica. Inoltre, al primo segno di riacutizzazione (aumento della dispnea, cambiamento di colore dell’espettorato o febbre), è opportuno che assuma un antibiotico. Non mi specifica con quali farmaci esegue l’aerosol, ma immagino ci siano cortisonici e broncodilatatori. Per quello che riguarda, infine, le cure termali e l’aerosolterapia in particolare, possono trovare indicazione per ridurre la frequenza delle terapie con i farmaci, per cui direi senz’altro di praticarne uno o due cicli l’anno.
Dr. Carlo Gargiulo

Il catarro al mattino può essere la conseguenza di una sinusite che non necessariamente provoca il raffreddore. Potrebbe provare con una terapia inalatoria utilizzando un cortisone per aerosol e una fiala di soluzione fisiologica alla sera per dieci giorni. Potrebbe utilizzare un prodotto come la flunisolide in dosaggio pediatrico 5mg/ml. Ovviamente il parere del pediatra riguardo eventuali controindicazioni individuali è indispensabile la fisiologica in fiale da due cc.
Dr. Carlo Gargiulo

Le cure termali e le inalazioni in particolare possono essere molto utili per ridurre le medicine. Faccia eseguire una spirometria alla sua mamma e si faccia prescrivere le cure dal medico. Saranno utili dodici sedute per quindici giorni complessivi.
Dr. Carlo Gargiulo

Altro

Onestamente non ho rilievi scientifici per consigliarle le Terme Euganee per il trattamento della psoriasi. La mia esperienza mi permette di consigliarle le terme di Comano, dove l’acqua ha un potere inibente la riproduzione cellulare che è alla base del processo di formazione della lesione psoriasica. Abano e Montegrotto hanno sicuramente un forte potere antinfiammatorio ed il fango è dermoabrasivo., per cui vista la vicinanza potrebbe anche provare con la certezza che non possono danneggiarla.Se poi è presente anche una artrite psoriasica, allora potrebbero risultare utili.
Dr. Carlo Gargiulo

Il fango di Abano non è indicato per la terapia adiuvante in caso di psoriasi cutanea. Potrebbe trovare una indicazione nel caso di artrite psoriasica, ma non credo sia il caso del ragazzo. Continui quindi con le terapie farmacologiche che le vengono consigliate dal suo dermatologo, cui potrebbe associare un soggiorno termale presso le terme di Comano, la cui acqua è particolarmente indicata nella psoriasi cutanea.
Dr. Carlo Gargiulo

Ansia e cervicale potrebbero essere alla base dei suoi risvegli disturbati. Potrebbero però essere anche la conseguenza di una cena poco digeribile. Proviamo quindi a considerare la seconda ipotesi, cercando di collegare l’alimentazione del giorno precedente con i bruschi risvegli (una sorta di diario alimentare). Ovviamente se questo non fosse, consideriamo la cervicale. Una contrattura muscolare, un dolore improvviso durante la notte, possono portare al risveglio brusco. In questo caso un ciclo di fisiokinesiterapia o una terapia con antinfiammatori potrebbero essere utili. Infine potrebbe essere anche una manifestazione di stress. Se così fosse potrebbe cercare di migliorare la condizione generale con tecniche antistress. Se il disturbo non accenna a migliorare, potrebbero tornare utili i fanghi (per la cervicale), tenendo conto che, fra l’altro, le cure termali ad Abano e Montegrotto Terme hanno anche un dimostrato effetto antistress.
Dr. Carlo Gargiulo

È quello che si definisce alluce valgo bilaterale, un problema che affligge molte donne e che dipende anche dall’uso di calzature incongrue o a punta. Se la deviazione è accentuata, ed il dolore mi sembra che lo dimostri, consiglierei l’intervento chirurgico, da effettuarsi in due tempi (prima un piede e poi l’altro) cui deve seguire un periodo di riabilitazione. Ogni altra cura mi sembrerebbe inadeguata o palliativa.La deviazione in valgismo altro non è che il cosiddetto alluce valgo, nel suo caso bilaterale. La patologia è intensamente dolorosa, per cui è assolutamente indicato un trattamento chirurgico da eseguire in due tempi, prima un piede poi l’altro cioè. A seguire può essere utile un ciclo di fanghi e di bagni localizzati al piede.
Dr. Carlo Gargiulo

Le cure idropiniche non sono presenti nel comprensorio di Abano e Montegrotto. Le cure termali indicate per sua figlia sono sicuramente la ginnastica in acqua termale, tecniche di ginnastica posturale, praticate con ottimi risultati ad Abano e Montegrotto. Per quello che riguarda il reflusso, è a mio avviso difficile trovare cure termali efficaci.
Dr. Carlo Gargiulo

Le insufflazioni endotubariche in ambiente termale o, in alternativa il politzer, possono essere di grande giovamento per la sua patologia. Eseguirei anche una tac del cranio per valutare la sinusite che tratterei con inalazioni in ambiente termale prima e aerosolterapia con cortisone dopo.
Dr. Carlo Gargiulo

Idroterapia in acqua termale e percorso vascolare sono un ottimo presidio terapeutico.
Dr. Carlo Gargiulo

Fanghi e bagni possono essere affrontati con tranquillità, escludendo per i primi la zona della cicatrice e, se ci fosse un edema linfatico, il braccio omolaterale.
Dr. Carlo Gargiulo

Nel caso di suo marito il trattamento termale potrebbe avere solo un effetto palliativo, ma non è assolutamente una terapia per il mieloma.
Dr. Carlo Gargiulo

Linea ABANOSPA

I prodotti Thermal5Colours costano € 80,00 nel pacchetto con l’Acqua termale di ABANOSPA, comprensivo di spese di spedizione e consegna. Una coppia di Acqua termale di ABANOSPA, invece costa € 36,00 comprensivo di spese di spedizione e consegna.

Il termine cosmeceutico è stato introdotto per la prima volta, circa 20 anni fa, dal dermatologo Albert Kligman. Per cosmeceutici s’intende una categoria di prodotti cosmetici, che rivendica la presenza di principi biologicamente attivi in grado di penetrare la parte superficiale dell’epidermide, recanti, quindi, i benefici tipici dei farmaci, ma che per composizione non si possono definire tali. Molte sostanze, sia sintetizzate chimicamente sia estratte da piante o animali, possono essere usate come ingredienti funzionali. Nonostante la loro diffusione, i cosmeceutici non sono ancora stati definiti sotto il profilo scientifico e normatico, ed il termine, pur utilizzato nell’industria cosmetica ed anche a livello accademico, non è universalmente accettato dalle autorità preposte.

La linea ABANOSPA è certamente unica al mondo proprio per le caratteristiche definite nella precedente domanda e può vantare benefici apprezzabili grazie ad un prodotto totalmente naturale. Benefici che la rendono originale anche all’obiettivo non solo estetico, né legato al concetto medicale, ma piuttosto tiene conto della soggettiva esigenza di benessere. Grazie alle argille colorate di ABANOSPA il piacere sensoriale incontra la scelta salutare con una componente estetica godibile già dal suo packaging, il quale ne ha definito il successo come regalo e, dunque, come oggetto del desiderio.

I prodotti ABANOSPA diversamente dagli altri cosmetici hanno al loro interno acqua termale salsobromoiodica del Bacino Termale Euganeo. Acqua unica al mondo per le sue proprietà terapeutiche ed il suo valore minerale, che nel lungo scorrere dai bacini incontaminati delle Prealpi, passando per il sottosuolo ad una profondità di 2000-3000 metri ed arricchendosi di sali minerali arriva fino alle Terme Euganee dove sgorga alla temperatura di 87°C. La ricchezza delle sostanze disciolte di cui si è arricchita lungo questo cammino rende quest’acqua termale una risorsa termale unica al mondo. Inoltre le Thermal5Colours® contengono le alghe ETS (Euganean Thermal Springs) 03, 05, 08, microalghe certificate che maturano nel fango termale irrigato dall’acqua termale salsobromoiodica euganea e che presentano caratteristiche e proprietà che le rendono uniche, originali e per questo brevettate a livello europeo dopo tre anni di studi scientifici grazie ai biologi dell’Università di Padova. Gli altri componenti dei prodotti della linea, anche quando meno insoliti di quelli succitati, sono comunque sempre correlati al territorio Euganeo, dai polifenoli del vino all’acqua di olive del Parco Regionale dei Colli Euganei, fino ad arrivare ai colori ed alle profumazioni, che ispirandosi alla cromoterapia e all’aromaterapia rendono il trattamento benessere un rituale termale sensoriale di provata efficacia e piacevolezza.

I prodotti ABANOSPA si possono acquistare on-line sul sito internet www.abanospa.com e in tutti gli hotel termali certificati ABANOSPA pubblicati in esso. E comunque, l’indirizzo e-mail al quale scrivere per eventuali richieste è info@abanospa.com.

Non ci sono conseguenze di grave pericolo in nessuno dei due casi. Consigliamo di evitare entrambe le possibilità che potrebbero comunque provocare sensazioni sgradevoli e fastidiose.

Solitamente la consegna avviene nel giro di tre/cinque giorni feriali.

Nessun prodotto ABANOSPA presenta controindicazioni all’utilizzo sul viso. Peraltro, sia l’Acqua Termale di ABANOSPA, ma soprattutto le argille Thermal5Colours White, Red, Green, Blue possono ottenere risultati apprezzabili anche sull’epidermide facciale.

In nessuno dei prodotti ABANOSPA è presente la paraffina o alcun parabene.

Acqua Termale di ABANOSPA

L’Acqua Termale di ABANOSPA funge ottimamente come antiossidante, al fine da contrastare l’invecchiamento delle cellule della pelle e la formazione di radicali liberi. È particolarmente indicata successivamente al trattamento Thermal5Colours così come ad ogni altro trattamento termale. È specialmente suggerita in tutti quei casi in cui la pelle sia stata stressata da eventi di diverso genere (sole, epilazione, acqua di mare, acqua di piscina con cloro, peeling….). È proposta anche per rinfrescare la pelle durante le giornate afose, come aftershave per l’uomo e per tutte le situazioni in cui la pelle abbia bisogno di essere nutrita.

In fase di formulazione del prodotto Acqua Termale di ABANOSPA si è ritenuto opportuno ottimizzare la sua efficacia come antiossidante unendo alla già preziosa validità dell’acqua termale Euganea, altri due prodotti strettamente correlati al medesimo territorio quali l’estratto da vinacce e l’estratto da olive provenienti dai Colli Euganei, anche essi ricchi di agenti che contrastano l’invecchiamento epiteliale. In tal modo si è creato un mix di proprietà antiradicaliche dal sicuro valore come antiage per la nostra pelle, speciale per l’uomo dopo la rasatura, come tonico dopo essersi struccate il viso per le donne di ogni età, adatto dopo il mare e la piscina.

Thermal5Colours

Le argille colorate Thermal5Colours vanno utilizzate a temperatura ambiente, non è necessario riscaldarle. È consigliato, però, qualora il prodotto (magari dal vaso già aperto) risultasse leggermente più solido del normale, di mescolarlo con un cucchiaio di acqua calda.

I prodotti Thermal5Colours rispondono ad un brevetto europeo sui principi attivi antinfiammatori antalgici e rivitalizzanti del fango termale dal quale vengono estratte le alghe ETS03, ETS05,ETS08. Al contempo sono state tutte testate in vitro su cellule epiteliali umane e rispondono negativamente ai test di irritazione sull’epidermide e positivamente ai test di compatibilità tissutale.

Il prodotto Thermal5Colours va conservato a temperatura ambiente, preferibilmente in luogo fresco, al riparo da sbalzi di calore e lontano da fonti di luce.

I vasetti di argilla e crema possono mantenere buono il prodotto fino a 3 mesi successivamente all’apertura. Dopo di che non possiamo garantire la corretta conservazione del contenuto.

Non essendoci controindicazioni di sorta, anche l’età di utilizzo, piuttosto che il sesso, non sono delle discriminanti. Consigliamo comunque di farne un utilizzo responsabile dall’età dell’adolescenza in poi. È peraltro indicato differentemente per uomo o donna, anzi ciascuno potrà trovare nelle specificità del prodotto le proprie caratteristiche d’interesse.

L’efficacia dipende sempre dalle caratteristiche corporali ed epidermiche della persona sottoposta a trattamento, ma nei casi presi ad esame si sono notati apprezzabili miglioramenti nell’utilizzo quotidiano del prodotto per una decina di giorni. Lo scrub bianco è particolarmente delicato e rispettoso e si consiglia di utilizzarlo un paio di volte al mese.

Tutti i test fatti su cellule epiteliali umane hanno risposto negativamente all’irritazione sull’epidermide e positivamente alla compatibilità tissutale. A meno di particolari allergie o intolleranze dell’individuo non si sono mai registrati effetti di questo tipo.

I prodotti Thermal5Colours non lasciano tracce di colore sulla pelle in seguito ad un buon lavaggio post trattamento. Per quanto riguarda invece i tessuti, trattandosi di coloranti naturali potrebbero lasciare qualche traccia su indumenti particolarmente delicati, motivo per cui si consiglia sempre di fare attenzione. La prudenza non è mai troppa e vale la pena provare prima su una piccola parte del corpo in modo da testare anche eventuali insospettate intolleranze.

Dopo il trattamento è consigliato l’utilizzo dell’Acqua Termale di ABANOSPA, lo spray antiossidante che completa efficacemente il procedimento utilizzando gli stessi principi attivi dei prodotti Thermal5Colours. È comunque compatibile con una crema idratante a base naturale o con oli basici come quello di mandorle dolci o di argan, qualora si trattasse di pelli particolarmente aride ed esigenti.